30Giu01LugLA SPALLA: DALLO STUDIO ANATOMICO ALLO STUDIO DELLA PATOLOGIASU INVITOHOTEL GALILEI, Via Darsena 1, Pisa

Dettagli Evento

Scarica programma in pdf

L’ecografia muscoloscheletrica nell’ultimo decennio ha ricevuto un ragguardevole impulso dall’implementazione di nuove tecnologie che hanno reso le apparecchiature ecografiche assai più performanti nello studio delle strutture superficiali con elevato potere di definizione e cospicua risoluzione di contrasto. Questo avanzamento della tecnologia ha permesso all’ecografia di divenire metodica multiparametrica avvalendosi recentemente anche dell’ausilio dell’elastosonografia che fornisce al medico importanti informazioni sulla consistenza dei tessuti esplorati. La metodica è quindi divenuta oltremodo competitiva, spesso necessaria e, non infrequentemente sufficiente, per lo studio dell’apparato muscoloscheletrico, per la sua facile disponibilità sul mercato e i costi contenuti, integrativa, ma che spesso può riuscire a giocarsela alla pari nei confronti delle grandi macchine scanografiche, soprattutto nello studio dei legamenti, tendini, capsule articolari, sinovia e in parte anche dell’osso.  L’ecografia che si distingue nettamente dallo studio statico delle grandi macchine radiologiche, è metodica che consente lo studio in dinamica in tempo reale delle strutture anatomiche esportate, cosa questa che accresce oltremodo la capacità di comprensione dei problemi diagnostici, non risolvibili con sufficiente certezza con una diagnostica che non si avvalga di un imaging in movimento. Non a caso la prestigiosa scuola radiologica di Boston da alcuni anni afferma che lo studio mirato delle articolazioni può essere realizzato in maniera più efficiente con gli ultrasuoni piuttosto che con la risonanza magnetica e a fortiori per la spalla ove l’ecografia si presenta oramai da anni come la regina delle metodiche diagnostiche.

Le strutture indagabili con l’ultrasonologia ad alta definizione sono sia le più superficiali, come nel caso dei nervi periferici (sin nelle loro diramazioni più minute) che le più profonde, con lo studio di legamenti che fino a solo pochi anni fa si consideravano impossibili da indagare. Ciò si è venuto a realizzare poiché è stato colmato anche il gap tecnologico dalla messa in commercio di sonde ecografiche performanti perfino con lo sconosciuto mare magnum delle strutture anatomiche situate in profondità.  Tuttavia questo miglioramento tecnologico, che ha permesso al medico di avere a disposizione efficaci mezzi tecnologici per lo studio approfondito di ogni struttura osteoarticolare e muscolotendinea, dalla superficie alla profondità e con grande dovizia di particolari, non può prescindere dalla acquisizione di conoscenze anatomiche e di patologia che dovranno essere giocoforza accresciute e implementate anche dall’apprendimento di varianti anatomiche  per poter interpretare correttamente e appieno le immagini ecografiche che si formano sul monitor. La tecnologia avanzata deve avere quindi come contraltare una avanzata conoscenza anatomica delle strutture che si intendono studiare, poiché l’occhio invariabilmente vede ciò che è di sua conoscenza, non riuscendo a comprendere ciò che non si conosce. Gli avanzamenti tecnologici e le acquisizioni anatomiche possono permettere di infrangere l’ormai trito diaframma culturale del ‘non si vede in ecografia’. Da queste premesse importanti il corso in oggetto è strutturato in maniera tale da fornire precise e accurate conoscenze anatomiche, cliniche e di patologia che sono alla base dell’interpretazione dell’imaging ecografico e solo attraverso l’acquisizione di queste basi che si potrà affrontale il difficile campo della pratica diagnostica. Il corso prevede un accurato studio dell’anatomia della articolazione della spalla con cenni di biomeccanica, con lo studio delle patologie di più frequente riscontro comprese le più rare e con approfondimenti sulla spalla congelata, sulle applicazioni della terapia infiltrativa, sulle problematiche post-operatorie e sulle recidive delle lesioni tendinee operate. A completamento delle lezioni teoriche vi saranno delle dimostrazioni live di quanto acquisito teoricamente e quindi delle esercitazioni pratiche su modelli.  

Leggi Tutto

Quando

Venerdì 30 Giugno 2023 8:00 - Sabato 1 Luglio 2023 13:00(GMT+02:00)